programma
Benedetta Barzini

Benedetta Barzini è una delle protagoniste della moda italiana. Dopo gli anni Sessanta, quando ha lavorato come fotomodella negli Stati Uniti, ha ripreso gli studi per capire meglio in cosa consistesse il suo pluriennale lavoro nella moda e si è specializzata nell'analisi del senso e significato dell'abito nel tempo. Ha insegnato questa tematica legata all'antropologia culturale all'Università di Urbino; al Politecnico di Milano e alla Nuova Accademia di Belle Arti di Milano. Inoltre ha collaborato a parecchie testate, fra cui "Vogue Italia" e "Amica".

(foto: © Beniamino Barrese)

Festivaletteratura Festivaletteratura


"L'eleganza per me. Riflessioni sulla rappresentazione di sè", Editoriale Albero, 1987

"Storia di una passione senza corpo", Frassinelli, 1992

"Bemberg e l'arte di Gruau", Bemberg, 1995

"Aldo Coppola", a cura di Samuele Mazza, art director Pierfrancesco Cravel, testi di Benedetta Barzini, Leonardo arte, 2000

"Discipline della moda. L'etica dell'apparenza", a cura di Bernardo Valli, Benedetta Barzini, Patrizia Calefato, Liguori, 2003

"Emilio Cavallini", a cura di Benedetta Barzini, Skira, 2010

Festivaletteratura