programma
Carlo Saletti

Nato a Verona, ricercatore e regista teatrale, Carlo Saletti ha pubblicato "Il racconto della catastrofe. Il cinema di fronte ad Auschwitz" (1998), "La voce dei sommersi. Manoscritti ritrovati di membri del Sonderkommando di Auschwitz" (1999), "Testimoni della catastrofe" (Ombre corte, 2004); ha, inoltre, curato gli scritti dell'ebreo polacco Salmen Gradowski, apparsi in edizione italiana – "Sonderkommando. Diario da un crematorio di Auschwitz" (2002) – e tradotti in diverse lingue. Ha redatto le voci relative ad alcuni Lager nazionalsocialisti apparse nel "Dizionario della Resistenza" (2001) e figura tra i collaboratori del "Dizionario dell'Olocausto" (2004). Fa parte dei direttivi scientifici dell'Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea, della Fondazione Villa Emma di Nonantola, del Memorial Maison d'Izieu (Francia) e collabora con il Centre de Documentation Juive Contemporaine di Parigi. Dirige la collana di studi storici "Documenta" per le edizioni Ombre corte.

(foto: autore)

Festivaletteratura Festivaletteratura


"Il racconto della catastrofe. Il cinema di fronte ad Auschwitz", a cura di Francesco Monicelli e Carlo Saletti, Cierre, 1998

Salmen Gradowski, "Sonderkommando. Diario da un crematorio di Auschwitz", a cura di Philippe Mesnard e Carlo Saletti, Marsilio, 2002

"Testimoni della catrastrofe. Deposizioni di prigionieri del Sonderkommando ebraico di Auschwitz-Birkenau (1945)" a cura di Carlo Saletti, Ombre Corte, 2004

"Fine terra. Benjamin a Portbou", a cura di Carlo Saletti, Ombre corte, 2010

Festivaletteratura