programma
David Weinberger

Newyorkese, classe 1950, si occupa da tempo dell'effetto della tecnologia sulle idee e sulla società. Ricercatore senior presso il Berkman Klein Center, è stato professore di filosofia, giornalista, consulente di marketing strategico per aziende di alta tecnologia e per diverse campagne presidenziali, imprenditore e Franklin Fellow presso il Dipartimento di Stato degli USA. Per quattro anni ha codiretto l'Harvard Library Innovation Lab, concentrandosi sul futuro delle biblioteche. È autore di "Small Pieces Loosely Joined", "Everything is Miscellaneous" ("Elogio del disordine") e coautore di "The Cluetrain Manifesto", un insieme di tesi sulla fine del mercato tradizionale nell'era digitale che dalla sua comparsa, nel 1999, è diventato un classico del pensiero contemporaneo. Il suo libro più recente, "Too Big to Know" ("La stanza intelligente. La conoscenza come proprietà della rete"), si focalizza sull'effetto di Internet nelle modalità di trasmissione dei saperi.

(foto: © Giliola Chistè)

Festivaletteratura Festivaletteratura


"Arcipelago web", Sperling & Kupfer, 2002

"Elogio del disordine. Le regole del nuovo mondo digitale", BUR Rizzoli, 2010

"La stanza intelligente. La conoscenza come proprietà della rete", Codice, 2012

Festivaletteratura