programma
Ferdinando Scianna

«Una foto non è creata dal fotografo. Ciò che fanno i fotografi è aprire una piccola finestra. Dopodiché è il mondo stesso a iscriversi sulla pellicola. L'atto del fotografo è più vicino alla lettura che alla scrittura: i fotografi sono i lettori del mondo». Nato a Bagheria nel 1943, Ferdinando Scianna si avvicina alla fotografia durante gli studi di Lettere e Filosofia all'Università di Palermo. Nel 1963 incontra lo scrittore Leonardo Sciascia, con il quale pubblica "Feste religiose in Sicilia" (Premio Nadar 1966), che è tutt'oggi una delle più preziose testimonianze della Sicilia e delle sue genti. Nel 1966 si trasferisce a Milano, dove lavora per il settimanale "L'Europeo" come fotoreporter, inviato speciale, poi corrispondente da Parigi. Introdotto da Henri Cartier-Bresson, nel 1982 entra a far parte della Magnum Photos. Dal 1987 alterna al reportage e al ritratto la fotografia di moda, di paesaggio e di pubblicità; svolge inoltre un'intensa attività critica e pubblicistica su temi quali l'etica della fotografia e la comunicazione per immagini, confluita in scritti come "Obiettivo ambiguo" (2001 e 2015), "Etica e fotogiornalismo" (2010) e "Lo specchio vuoto" (2014). Dal sodalizio col poeta e scrittore Franco Marcoaldi, nel 2017 ha preso corpo "Di Bestie e di Animali", un libro scritto a quattro mani con la penna e la luce per celebrare la bellezza del mondo animale.

(foto: © Basso Cannarsa)

Festivaletteratura Festivaletteratura


Leonardo Sciascia, "Feste Religiose in Sicilia", fotografie di Ferdinando Scianna, Leonardo da Vinci, 1965 (L'immagine, 1987)

"Il glorioso Alberto", testo di Annabella Rossi, Editphoto, 1971

Gianni Pirrone, "Palermo Liberty", fotografie di Ferdinando Scianna, Sciascia, 1971

"La villa dei mostri", Einaudi, 1977

"Ferdinando Scianna", Fabbri, Grandi fotografi n. 41, 1983

"Il grande libro della Sicilia", a cura di Enrico Sturani, fotografie di Ferdinando Scianna, Mondadori, 1984

"Città del mondo", a cura di Francesco Gallo, Bompiani, 1988

"Kami", L'immagine, 1988

"Le forme del Caos", Art&, 1989

Leonardo Sciascia, "Ore di Spagna", fotografie di Ferdinando Scianna, Pungitopo, 1988 (Contrasto, 2016)

"Leonardo Sciascia fotografato da Ferdinando Scianna", Sciardelli, 1989

"Maglia", testo di Guido Vergani, Sciardelli, 1989

"Gli approdi. Il mito", a cura di Antonio Maglio, fotografie di Ferdinando Scianna, Edisalento, 1992

"Marpessa", Leonardo, 1993

"Altrove. Reportage di moda", Federico Motta, 1995

"Viaggio a Lourdes", Mondadori, 1996

"Dormire, forse sognare", Art&, 1997

"Ignazio Buttitta", Sciardelli, 1999

"Jorge Luis Borges fotografato da Ferdinando Scianna", Sciardelli, 1999

"Altre le forme del caos", Contrasto, 2000

"Ninos del mundo", La Coruna, 2000

"Sicilia ricordata", testi di Dacia Maraini, Rizzoli, 2001

"Obiettivo ambiguo", Rizzoli, 2001 (Contrasto, 2015)

"Quelli di Bagheria", Peliti Associati, 2002

"Bibliografia dell'Istante", L'ancora del Mediterraneo, 2003

"Ferdinando Scianna. Fotografie 1963-2006", Edizioni Fondazione Ragghianti Studi sull'Arte, 2006

"Palermo andata e ritorno. Gabriele Basilico in conversazione con Ferdinando Scianna", a cura di Elisa Fulco, Edizioni di passaggio, 2007

"Ferdinando Scianna", Contrasto, 2008

"La Geometria e la Passione", Contrasto, 2009

"Baaria Bagheria. Dialogo sulla memoria, il cinema, la fotografia", Contrasto, 2009

"Arienti. Arte in-percettibile", Mondadori Electa, 2009

"Etica e fotogiornalismo", Electa, 2010

"Lo specchio vuoto. Fotografia, identità e memoria", Laterza, 2014

"Ferdinando Scianna. Il Ghetto di Venezia 500 anni dopo", Marsilio, 2016

"Istanti di luoghi", Contrasto, 2017

"Di Bestie e di Animali", con Franco Marcoaldi, Contrasto, 2017

Festivaletteratura