programma
Grammenos Mastrojeni

«Ho in mente un solo obiettivo: fare in modo che tutti capiscano che saremo in grado di virare da questa catastrofica rotta di collisione solo lavorando insieme. Dopo tutto, un oceano non è altro che un insieme di piccole gocce!». Nato a Milano nel 1965, Grammenos Mastrojeni è un diplomatico italiano, coordinatore per l'eco-sostenibilità della Cooperazione allo Sviluppo. È stato delegato alle Nazioni Unite, console in Brasile, consigliere politico a Parigi e, alla Farnesina, responsabile dei rapporti con la stampa straniera e direttore del sito internet del Ministero degli Esteri. Da una ventina d'anni concentra la sua attenzione sui cambiamenti climatici del pianeta e nei suoi articoli dei primi anni Novanta già preconizzava il legame fra squilibrio ambientale e instabilità sociale, anticipando l'allarme ufficiale lanciato nel '97 dal Rapporto GEO-1 del Programma per l'Ambiente delle Nazioni Unite. Conferenziere, ha insegnato Soluzione dei conflitti e materie ambientali in diversi atenei, in Italia e all'estero, e nel 2009 la Ottawa University in Canada gli ha affidato il primo insegnamento attivato da un'università sulla questione 'ambiente, risorse e geo-strategia', materia che continua a insegnare. Collabora da tempo con il Climate Reality Project, fondato dal premio Nobel per la pace Al Gore.

(foto: © Festivaletteratura)

Festivaletteratura Festivaletteratura


"Il negoziato e la conclusione degli accordi internazionali", Cedam, 2000

"Il ciclo indissolubile. Pace, ambiente, sviluppo e libertà nell'equilibrio globale", Vita e Pensiero, 2002

"I segni dei tempi", Mursia, 2006

"L'ecorivoluzione necessaria", Edizioni Scientifiche Italiane, 2008

"L'arca di Noè. Per salvarci tutti insieme", Chiarelettere, 2014

"Effetto serra effetto guerra. Cambiamenti climatici, conflitti, migrazioni: l'Italia in prima linea", con Antonello Pasini, Chiarelettere, 2017

Festivaletteratura