programma
Hevi Dilara

Esule dall'età di ventidue anni, la poetessa e musicista curda Hevi Dilara è nata nel Sud-Est della Turchia e non è mai vissuta a lungo nella stessa città a causa delle ripetute persecuzioni contro la sua gente. «Prima di lasciare il Kurdistan – ha dichiarato in un'intervista – cantavo in un gruppo musicale. Eravamo perseguitati, continuamente, accusati di essere terroristi. Dopo la morte in carcere del batterista, per via delle torture subite, mio padre mi disse di mettermi in salvo, di scappare in Europa, dove c'era più democrazia. Sono salita agganciandomi a un tir a Salonicco e mi sono risvegliata in ospedale a Milano». Dal 1996 vive e lavora in Italia ed è direttrice artistica del Festival del Cinema curdo. Insieme ad Alessandro Portelli ha curato e partecipato al progetto multimediale "Ez Kurdistan Im. Musica dal Kurdistan in Italia", un album, accompagnato da un booklet, che raccoglie le testimonianze artistiche e umane di un immenso patrimonio immateriale: quello di un popolo senza terra.

(foto: Twitter @hevi_dilara)

Festivaletteratura Festivaletteratura


"Ez Kurdistan Im. Musica dal Kurdistan in Italia", con CD, a cura di Hevi Dilara e Alessandro Portelli, Nota, 2017

Festivaletteratura