programma
Laurent Gaudé

Drammaturgo e romanziere, nasce nel 1972 a Parigi e si laurea in Lettere moderne. Si afferma nel panorama letterario francofono nei primi anni Duemila grazie ad alcune pièces teatrali che riscuotono un largo favore di pubblico e critica ("Combats de possédés", "Onysons le furieux", "Pluie de cendres", il monologo "Le tigre bleu de l'Euphrate"). Questa primaria vocazione drammaturgica traspare anche in diversi suoi romanzi, come ad esempio "La morte di re Tsongor" (2004), un intreccio squisitamente teatrale che porta in scena principesse, pretendenti, re suicidi, fantasmi e guerre fratricide sullo sfondo di un'Africa avvolta nel mito, oppure "Gli Scorta" (2004, vincitore del Prix Gouncourt), una cupa saga familiare che ha origine in uno sperduto villaggio della Puglia e si articola fino a Ellis Island. Dopo "Eldorado" (2006), nel 2008 Gaudé ha scritto "La porta degli inferi", romanzo di ambientazione partenopea. Tra le sue opere successive spiccano la raccolta di racconti "Les oliviers du Négus" (2011) e i romanzi "Ouragan" (2010), "Pour seul cortège" (2012), "Danser les ombres" (2015) ed "Écoutez nos défaites" (2016).

(foto: © Leonardo Cendamo)

Festivaletteratura Festivaletteratura


"La morte di re Tsongor", Adelphi, 2004

"Gli Scorta", Neri Pozza, 2005

"Eldorado", Neri Pozza, 2007

"La porta degli inferi", Neri Pozza, 2009

"Ascoltare le nostre sconfitte", E/O, 2017 (in uscita)

Festivaletteratura