programma
Mauro Covacich

Originario di Trieste, classe 1965, ha scritto diversi libri di narrativa, tra i quali: "Anomalie" (Mondadori 1998, 2001 – Bompiani 2015), "L'amore contro" (Mondadori 2001 e Einaudi 2009), "A perdifiato" (Mondadori 2003, Einaudi 2005), "Fiona" (Einaudi 2005 e 2011), "Trieste sottosopra" (Laterza 2006), "Prima di sparire" (Einaudi 2008 e 2010), "A nome tuo" (Einaudi 2011) e "L'esperimento" (Einaudi 2013). Per Bompiani ha pubblicato "La sposa", finalista al Premio Strega 2015. Ha curato anche le "Opere scelte" di Pier Antonio Quarantotti Gambini (Bompiani 2015) ed è autore della videoinstallazione "L'umiliazione delle stelle" (Fondazione Buziol – Einaudi – Magazzino d'Arte Moderna Roma 2010). Nel 2017 ha pubblicato con La Nave di Teseo "La città interiore", un romanzo, entrato nella cinquina dei finalisti del Premio Campiello 2017, che guida il lettore tra le vie di Trieste e le memorie familiari dell'autore.

(foto: © Festivaletteratura)

Festivaletteratura Festivaletteratura


"Storia di pazzi e di normali", Theoria, 1993 (Laterza, 2007)

"Colpo di lama", Neri Pozza, 1995

"Mal d'autobus", Marco Tropea, 1997

"Anomalie", Mondadori, 1998 (Bompiani, 2015)

"La poetica dell'Unabomber", Theoria, 1999

"Sconfinare. Il nord-est che non c'è", con Gianfranco Bettin e Romolo Bugaro, Fernandel, 1999

"L'amore contro", Mondadori, 2001 (Einaudi, 2009)

"A perdifiato", Mondadori, 2003 (Einaudi, 2005)

"Fiona", Einaudi, 2005 (2011)

"Trieste sottosopra. Quattro passeggiate nella città del vento", Laterza, 2006

"Prima di sparire", Einaudi, 2008 (2010)

"L'arte contemporanea spiegata a tuo marito", Laterza, 2011 (2013)

"L'esperimento", Einaudi, 2013

"La sposa", Bompiani, 2014 (2016)

"La città interiore", La nave di Teseo, 2017

Festivaletteratura