programma
Guzel' Jachina

La scrittrice russa Guzel' Jachina (Kazan, 1977) è nata e cresciuta nella multietnica repubblica del Tatarstan, interiorizzando sin da giovane le storie familiari che sono diventate l'anima della sua terra natale. Nell'opera prima "Zuleika apre gli occhi", che in Russia ha riscosso uno straordinario successo di pubblico e si è aggiudicata il Big Book Literary Award e il Jаsnaja Poljаna, l'autrice ha dato voce a una protagonista indimenticabile, tartara e islamica, deportata in un Gulag negli anni del Grande Terrore staliniano. Il libro è oggi un autentico caso letterario in corso di traduzione in ventiquattro paesi e prossimo a un adattamento televisivo; complice il modo in cui Guzel' è riuscita a trattare un tema molto sentito come la tragica scomparsa del mondo contadino russo: «volevo raccontare una vicenda umana – ha affermato in proposito – sullo sfondo di una storia più grande, ma quello che mi interessava era la maniera in cui un essere umano viveva un cambiamento totale».

(foto: © Basso Cannarsa)

Festivaletteratura Festivaletteratura


"Zuleika apre gli occhi", Salani, 2017

Festivaletteratura