programma
His Clancyness

«Esiste tutta una sottorete di gruppi italiani interessantissmi, proprio dietro all'angolo – ha scritto su "Rolling Stone Claudio Bazzetti –. Di questi mi vengono in mente, almeno per ciò che riguarda una certa scena psych/kraut, i Giobia, Sonic Jesus, New Candys e, soprattutto, His Clancyness. Band solide sia nelle idee che nel genoma, colpevoli (tra virgolette, s'intende) di non seguire il trend del cantautorato indie in italiano, quello con le basi synth pop anni '80, che onestamente hanno stufato un po'». La formazione reggiana degli His Clancyness ha sangue canadese nel proprio sound: da Ottawa viene infatti il fondatore Jonathan Clancy, già mente di gruppi come Settlefish e A Classic Education, che in questo esperimento – insieme ai musicisti Giulia Mazza, Jacopo Borazzo e Nico Pasquini – ha dato libero sfogo alla sua vena underground, trovando nell'album "Isolation Culture" (2016) una sonorità alt rock di sicuro impatto.

(foto: sito ufficiale)

Festivaletteratura Festivaletteratura


Non disponibile

Festivaletteratura