programma
Lucia Corrain

Lucia Corrain insegna Semiotica dell'arte al corso di laurea Dams e Semiotica del visibile al corso di laurea magistrale in Arti Visive dell'Alma Mater Studiorum – Università di Bologna. I suoi interessi di ricerca si concentrano sul linguaggio delle arti figurative in generale e della pittura in particolare: come comunica un'opera d'arte, come questa interpella l'osservatore, che sensazioni suscita in chi la guarda, sono alcuni degli aspetti che studia in ambiti che spaziano dall'arte antica a quella contemporanea. Fa parte del comitato scientifico delle riviste "Visible", "Carte semiotiche", "Il capitale culturale. Studies on the Value of Cultural Heritage". Ha pubblicato in numerose riviste italiane e internazionali ("Versus", "Visio", "Visible", "Degrée", ecc.); tra i suoi libri: "Semiotica dell'invisibile. Quadri a lume di notte" (Esculapio, Bologna) e, pubblicato da poco, "Il velo dell'arte. Una rete di immagini tra passato e contemporaneità" (La casa Usher, Firenze).

(foto: autore)

Festivaletteratura Festivaletteratura


"Le figure del tempo", a cura di Lucia Corrain, Mondadori, 1987

"Leggere l'opera d'arte. Dal figurativo all'astratto", a cura di Lucia Corrain e Mario Valenti, Esculapio, 1991

"Il lessico della semiotica. Controversie", a cura di Lucia Corrain, Esculapio, 1994

"Giotto e l'arte nel Medioevo. Le botteghe, le tecniche, i luoghi e le storie", G. Mondadori, 1995

"Semiotica dell'invisibile. Il quadro a lume di notte", Esculapio, 1996

"Eloquio del senso. Dialoghi semiotici per Paolo Fabbri", a cura di Pierluigi Basso e Lucia Corrain, Costa & Nolan, 1999

"Leggere l'opera d'arte 2. Dal figurativo all'astratto", a cura di Lucia Corrain, Esculapio, 1999

"Semiotiche della pittura. I classici, le ricerche", a cura di Lucia Corrain, Meltemi, 2004

"Architettura e identità locali 1", a cura di Lucia Corrain e Francesco P. Di Teodoro, Olschki, 2013

"Il velo dell'arte. Una rete di immagini tra passato e contemporaneità", La casa Usher, 2016

Festivaletteratura