programma

Da sempre ricca di contraddizioni e divisa tra l'identità mediterranea e quella mitteleuropea, Trieste è musa ispiratrice per Mauro Covacich, che la considera "la città più meridionale dell'Europa del nord" e la utilizza per costruire un romanzo-documentario di formazione che attinge al reportage e al memoir, sovrapponendo la propria vicenda personale a quella storica, partendo dal controverso periodo che seguì la fine della Seconda guerra mondiale, in cui si esasperarono le divisioni etniche e linguistiche e prese corpo una lunga e complicata contesa diplomatica. Di identità triestina e crocevia tra Est e Ovest l'autore di La città interiore (finalista al Premio Campiello 2017) discute con lo scrittore Nicola Lagioia (La ferocia, Premio Strega 2015). Con un intervento di Cristina Battocletti, autrice del recente Bobi Bazlen.



Festivaletteratura Festivaletteratura
Fondazione Università di Mantova - Aula Magna
Via Angelo Scarsellini, 2 - Mantova
Festivaletteratura