Sei incontri per Gambarotta

26 2 2016

Sei incontri per Gambarotta

Su Soundcloud la prima playlist dei Fantafestival d'autore

Il grande racconto della geometria di Piergiorgio Odifreddi, la lezione-concerto di Giovanni Bietti sulla musica classica, le riflessioni di Tahar Lamri e Alessandro Portelli su vecchie e nuove schiavitù, sono solo alcuni degli assaggi sonori scelti da Bruno Gambarotta e ascoltati al Fantafestival dello scorso 19 febbraio. Le registrazioni integrali dei sei incontri, ora disponibili sul nostro portale Soundcloud, vanno a comporre la prima di una serie di playlist che seguiranno ai Fantafestival di questi mesi.

(caricamento...)

Nella serata all'Oberdan, Gambarotta si è concentrato soprattutto sulla propria esperienza di spettatore del Festival, affrontando solo marginalmente, con la citazione finale dell'evento che lo ha visto sul palco insieme a Pablo D'Ors, la sua pluriennale esperienza di intervistatore. Il suo Fantafestival, in tal modo, è riuscito nell'intento di porre in rilievo sia l’assenza totale di canone che caratterizza Festivaletteratura («volendo tutto è letteratura, basta sapere con quale spirito declinarlo»), sia i fil rouge che attraversano le passate edizioni, accomunando, e nel contempo differenziando, i vissuti di ciascuno spettatore, come ben testimonia, per esempio, la scelta di un filone tematico ricorrente nella storia del Festival, vale a dire quello della scrittura civile, rappresentata dalla testimonianza di Benedetta Tobagi e Corrado Stajano:

(caricamento...)

A riprova di una formula che vede interagire in un evento ad hoc pubblico e autore con i materiali del nostro Archivio, anche il secondo Fantafestival (del primo, in compagnia di Lella Costa, pubblicheremo prossimamente la playlist su questi stessi canali) è stato quindi esemplare per la creazione di percorsi ragionati all'interno di un immenso patrimonio immateriale, fatto di registrazioni, immagini e ricordi che, oltre settembre, vorremmo tornassero a imporsi in tutta la loro attualità grazie allo strumento, sempre più perfezionato, dell'OPAC di Festivaletteratura. Non ci resta pertanto che augurarvi un buon ascolto, invitandovi sin d'ora ai prossimi appuntamenti di cui vi daremo notizia sulle pagine del nostro sito.

Festivaletteratura