Un fantafestival d'autore

9 9 2015

Un fantafestival d'autore

Gli scrittori si divertono con l'OPAC di Festivaletteratura

Ospiti, lettere, idee: ogni anno Festivaletteratura viene e va nell'arco di cinque intensissime giornate. Cosa salterebbe fuori se di tutto il pensato, svolto e terminato, si scegliesse solamente la crème de la crème e la si riproponesse in un unico luogo? Da questa idea prende forma il Fantafestival, un concentrato di voci e parole del passato che assieme a musica, immagini e quant'altro, hanno segnato la storia della manifestazione mantovana. Si tratta di un'intera realtà già avvenuta, custodita nell'Archivio del Festival, i cui frammenti riempiranno il Cortile del Teatro Bibiena in una dimensione nuova e dinamica, forte dell'intervento di alcuni tra gli ospiti più cari di Festivaletteratura: nel 2016 Matteo Corradini, Bruno Gambarotta, Bianca Pitzorno e Massimo Cirri creeranno una loro giornata ideale a cavallo delle edizioni, ritrovando emozioni, incontri, autori. Forse è questo il miglior modo di godere ulteriormente di qualcosa che, ogni settembre, già tanto dà: tuffandosi nel meglio che ha dato.

Insieme agli scrittori partecipanti, anche il pubblico potrà cimentarsi nella selezione degli autori e degli incontri trascorsi: per cinque giorni, nel Cortile del Teatro Bibiena, verranno infatti messe a disposizione degli utenti delle postazioni OPAC per la ricerca all’interno dell’Archivio. Sarà così possibile scoprire il materiale raccolto e conservato all’interno dell’OPAC di Festivaletteratura e creare una propria playlist grazie al foglio in fondo al programma. Tutte le playlist saranno affisse alla bacheca allestita all’interno del Cortile e, in seguito, pubblicate sul sito www.festivaletteratura.it, aggiungendosi alla storia di una manifestazione che, dopo diciannove anni di attività, fa sempre più tesoro del proprio passato per riscoprire il futuro. Che il (fanta)festival abbia inizio!

Festivaletteratura