I PROGETTI DEL FESTIVAL

Finito settembre, molti progetti ideati per le singole edizioni di Festivaletteratura proseguono la loro vita attraverso collaborazioni con biblioteche, enti culturali e festival partner o direttamente sul web, in una serie di bibliografie e altri materiali liberamente consultabili. Ciascuno di questi siti è un racconto del Festival che si protrae nel tempo, generando altri racconti.

PROGETTI 2017
Festivaletteratura
Atlante Un esercizio itinerante di cartografia collettiva da Brescia a Mantova, un viaggio a piedi in quattro tappe in cui i partecipanti, guidati da Luigi Farrauto e Andrea Novali, raccoglieranno impressioni, appunti, immagini e notizie per comporre una mappa partecipata dei punti d'interesse del territorio. Partenza il 3 settembre e arrivo il 6 all'apertura del Festival. Scopri sul sito come partecipare!
Festivaletteratura
Vocabolari «L'europeo vive nel plurilinguismo», scrisse il linguista Claude Hagège, e noi abbiamo voluto dimostrarlo. A partire dal 2008 Festivaletteratura ha chiesto ad alcuni dei suoi ospiti di indicare una parola della propria lingua particolarmente significativa da consegnare a un vocabolario condiviso. Ne è nata una raccolta unica nel suo genere, che a ogni edizione continua ad arricchirsi di preziosissimi lemmi.
Festivaletteratura
MEGLIO DI UN ROMANZO Una serie di incontri e una call for papers rivolta a ragazzi tra i 15 e i 30 anni che vogliano sottoporre al pubblico del Festival, individualmente o in gruppo, un progetto inedito di giornalismo narrativo: Meglio di un Romanzo è uno spazio di confronto e formazione nato con l'obiettivo di avvicinare aspiranti blogger, cronisti d'assalto e documentaristi ai protagonisti del giornalismo contemporaneo.
Festivaletteratura
Nelle puntate precedenti Per riannodare i fili del discorso, capire da che punto siamo partiti e come – più o meno ordinatamente – stiamo procedendo, ecco le "eventografie" dedicate a quattro dei temi al centro dell'edizione 2017, trattati da giovedì a domenica nello spazio dell'Archivio a Palazzo Castiglioni.
PROGETTI PASSATI (2002-2016)
Festivaletteratura
Biblioteca di fantascienza Raccogliere le cronache del futuro non è compito facile, specie guardando a un genere letterario, la fantascienza, caduto ingiustamente nell'oblio. Nel 2011, con l'aiuto di Tullio Avoledo, delle biblioteche mantovane e di altri fondi sparsi sul territorio nazionale, ci abbiamo provato e ne è nata una selezione di romanzi (e autori) capaci di immergerci nelle speranze e nelle paure dell'umanità.
Festivaletteratura
Biblioteche circolanti Al fine di ripercorrere la straordinaria esperienza delle biblioteche popolari del primo Novecento, Festivaletteratura ha chiamato nel 2012 uno psicologo, un architetto, un matematico e uno scrittore a rispondere a una domanda che si ripropone a lettori, bibliotecari e intellettuali di tutti i tempi: quali sono i 100/200 libri che ritenete indispensabili per formare una biblioteca di base?
Festivaletteratura
SCRITTURE GIOVANIUn progetto di respiro internazionale per promuovere i migliori talenti emergenti della letteratura europea, condotto in collaborazione con l'Hay Festival e l'Internationales literaturfestival Berlin: dal 2002, Scritture Giovani ha dato spazio a decine di autori under 32 del Vecchio Continente attraverso un'antologia di racconti, un sito multilingue e un tour nei festival partner.
Festivaletteratura
IMMAGINE DELLA CITTÀ Come tramandare la Mantova del 2016 alle generazioni che verranno. Festivaletteratura insieme all'Archivio di Stato di Mantova lancia una campagna fotografica collettiva per costruire una memoria della città da lasciare al futuro: mantovani e non, festivalieri o turisti occasionali, potranno contribuire attraverso il form sul sito festivaletteratura.it con cinque fotografie scattate nel 2016, classificate in tempo reale e proiettate durante il Festival. Ogni portatore di immagini entrerà così in archivio non per consultare documenti ma per produrli, strutturando una memoria consapevole e condivisa.
Festivaletteratura
PROTOTIPI Due settimane per creare i libri del futuro. Prototipi è un'officina progettuale che impegna giovani umanisti, designer, informatici votati alla ricerca di nuove forme di scrittura, di trasmissione culturale, di condivisione delle creazioni letterarie capaci di cogliere tutte le potenzialità offerte dalle nuove tecnologie. I prodotti dell'officina vengono testati e discussi ogni anno dagli autori e dal pubblico di Festivaletteratura.
Festivaletteratura