programma
Lita Judge

Sin da bambina, Lita Judge ha respirato aria di scienza in famiglia: dapprima seguendo il papà geologo nelle più remote isole dell'Alaska, poi i nonni biologi alla scoperta di volatili e altre creature dei boschi. In questi lunghi viaggi ha maturato una naturale propensione per il racconto per immagini e gli sketchbook. Da adolescente si è buttata a capofitto nello studio della paleontologia, altra sua grande passione, e a quindici anni già lavorava in Canada alla ricerca di fossili di dinosauri per conto del Tyrrell Museum of Paleontology. Dopo un viaggio a Venezia è prevalso l'amore per l'arte e per il racconto su carta, anche se straordinari animali del passato e del presente continuano a far capolino tra le sue pagine. Oggi ha firmato più di 24 libri di narrativa per bambini e saggistica, tra i quali "One Thousand Tracings", "Born in the Wild", "Red Sled" e "Hoot and Peep". Dal suo coloratissimo "Flight School" di recente è stato tratto un musical off-Broadway in cartellone a New York e in Cina. La sua opera le è valsa numerosi riconoscimenti, dall'International Reading Association Children's Book Award al Kirkus Best Book e al Jane Addams Honor. Quando non è nel suo studio nel New Hampshire insieme al marito Dave, la si può trovare in giro per l'Europa munita di sketchbook e cavalletto. Dipingere per strada ha infatti ispirato diversi suoi lavori. Il romanzo in acquerelli e versi liberi "Mary e il Mostro" (2017) è nato dalla lettura dei diari di Mary Shelley e da un itinerario sulle orme di una delle più inquiete e talentuose scrittrici europee dell'Ottocento.

(foto: © Festivaletteratura)

Festivaletteratura Festivaletteratura


"Mary e il Mostro. Amore e ribellione. Come Mary Shelley creò Frankenstein", Il Castoro, 2018

Festivaletteratura