programma
Massimo Raffaeli

Massimo Raffaeli, filologo e critico letterario, è nato a Chiaravalle nel 1957. Scrive su quotidiani ("La Stampa", "il manifesto") e sui rispettivi supplementi letterari ("Tuttolibri" e "Alias"); collabora inoltre con le riviste "Nuovi Argomenti", "Il Caffè illustrato" e con i programmi radiofonici di Rai Radio 3 e della Radio Svizzera Italiana (RSI). Nell'arco della sua attività pubblicistica ha tradotto autori francesi (Artaud, Céline, Crevel, Genet, Nimier, Duvert, Poulet) e curato opere di scrittori italiani del Novecento (Betocchi, Ferretti, Savinio, Soldati), dedicando saggi critici a Fortini, Scataglini, Volponi, e altri ancora. In scritti come "L'angelo più malinconico" (2005) e "Sivori, un vizio" (2011) ha esplorato gli intrecci tra il calcio e pagine gloriose della letteratura italiana e mondiale.

(foto: © Festivaletteratura)

Festivaletteratura Festivaletteratura


"El vive d'omo. Scritti su Franco Scataglini", Transeuropa, 1998

"Céline e altri francesi", PeQuod, 1999

"Appunti su Fortini", L'Obliquo, 2000

"Questa siepe", Il Lavoro Editoriale, 2000

"Novecento italiano", Luca Sossella Editore, 2001

"L'angelo più malinconico. Storie di sport e letteratura", Affinità elettive, 2005

"Il canto magnanimo. A colloquio con Umberto Piersanti", con Roberto Galaverni, PeQuod, 2005

"Don Chisciotte e le macchine. Scritti su Paolo Volponi", PeQuod, 2007

"Compito d'italiano. Ricordi e letteratura", Affinità elettive, 2007

"Sivori, un vizio. E altri scritti di calcio", Pequod, 2010

"Bande à part. Scritti per Alias", Gaffi, 2011

"I fascisti di sinistra e altri scritti sulla prosa", Aragno, 2014

"Il pane della poesia. Epice 1994-2013", Cadmo, 2015

"L'amore primordiale. Scritti sui poeti", Gaffi, 2016

Festivaletteratura