programma
Paolo della Bella

«Artista incoerente, altrimenti detto poliedrico», è nato a Fiesole nel 1944. Per anni ha condiviso l'amore per l'arte con il Gruppo Stanza, fondato nel 1967. Nel 1971 è tra i fondatori della rivista di umorismo e satira politica "Ca Balà". Ha firmato il libro di poesie "Cronologia. Poesie 1967-1974"; progettato, ideato e stampato libri-oggetto a tiratura limitata come "Sorrisi" (1992) e "Bugie vere" (1994); copiato e interpretato la "Phytognomonica" (1583) di Giovan Battista Della Porta; discusso e scritto, con Paolo Albani, opere come "Forse Queneau. Enciclopedia delle scienze anomale" (1999) e" Mirabiblia, catalogo ragionato di libri introvabili" (2003). La sua arte è stata oggetto di numerose mostre collettive e personali – tra le quali l'antologica "Un sogno fatto alla presenza della Ragione" al Parlamento Europeo di Strasburgo, nel 1999 –, raccogliendo il plauso di Mario De Micheli, Umberto Eco, Giambattista Vicari, Cesare Zavattini e molti altri protagonisti della cultura e della critica d'arte.

(foto: © Festivaletteratura)

Festivaletteratura Festivaletteratura


"Cronologia. Poesie 1967-1974", Collettivo R, 1977

"Forse Queneau. Enciclopedia delle scienze anomale", con Paolo Albani, Zanichelli, 1999

"Mirabiblia. Catalogo ragionato di libri introvabili", con Paolo Albani, Zanichelli 2003

"La porta dell'anima", L'Autore Libri, 2004

"Cento disegni per Centuria. Liberamente ispirati al libro di Giorgio Manganelli", Istituzione Biblioteca Classense, 2011

"Dove stà Za? 110 artisti per i 110 anni di Cesare Zavattini", a cura di Paolo Della Bella e Aldo Frangioni, Cadmo, 2012

"Parliamo tanto di...lui", da un'idea di Paolo della Bella e Aldo Frangioni, Campanotto, 2013

"... e lasciateli divertire!", con Aldo Frangioni, Cadmo, 2015

Festivaletteratura