programma
Sergej Lebedev

Sergej Lebedev, nato nel 1981 a Mosca, è uno scrittore e giornalista russo. Dall'età di quattordici anni ha preso parte per otto stagioni a spedizioni geologiche nel nord della Russia e in Kazakhstan. Dal 2002 lavora per il giornale "Pervoye Sentyabrya" ("Il primo settembre"), mentre alcune sue poesie sono state pubblicate nel giornale "Svesda" ("Stella"). Ha scritto quattro romanzi, esordendo con "Il confine dell'oblio", che è stato tradotto in inglese, tedesco, francese, ceco, macedone e italiano. Dal punto di vista formale, l'opera si presenta come un accattivante romanzo investigativo: il narratore, prima ragazzo e poi adulto, è un anonimo geologo russo nato negli anni Ottanta del Novecento che cerca di scoprire le origini del suo anziano vicino di casa, il fantomatico Padrino II, memoria vivente dei terribili campi di prigionia siberiani e testimone dell'annichilimento di milioni di vite durante il secolo sovietico. A esso sono seguiti "God kometi" e "Lyudi Avgusta". Lebedev è anche autore del saggio breve "Dmitriev", pubblicato su "colta.ru", in cui ha raccontato il fondamentale lavoro dello storico e attivista della Carelia Yuri Dmitriev. Nel 2018 è uscito il suo nuovo romanzo, "Gus Frits".

(foto: © Festivaletteratura)

Festivaletteratura Festivaletteratura


"Il confine dell'oblio", Keller, 2017

Festivaletteratura