Da una valigia di cuoio recuperata in un mercatino di provincia escono un centinaio di foto di tennisti noti e meno noti del secondo dopoguerra. Sono testimonianze di un'epoca in cui il tennis era diviso in due universi paralleli: quello dei professionisti, oscuri mercenari che se ne andavano in giro a giocare nelle esibizioni, e quello dei dilettanti, nobili atleti che si confrontavano nei gloriosi tornei che seguiamo tuttora, suscitando le curiosità del pubblico più per le loro vite private che per i risultati sul campo di gioco. Da quelle foto, Matteo Codignola (Vite brevi di tennisti eminenti) parte per esplorare le vicende umane e sportive di alcuni di quei tennisti, in un racconto che riporta alla luce un mondo irrimediabilmente perduto, pieno di storie meravigliose.



Festivaletteratura Festivaletteratura
Chiesa di Santa Maria della Vittoria
Via Claudio Monteverdi, 1 - Mantova