"Sono uno scrittore contemporaneo, ho una particolare attenzione per il tempo in cui vivo e mi considero un autore e lettore globale. Ho letto Vasco Pratolini, Ovidio e Kafka. Il tema della metamorfosi non è nuovo. La mia originalità sta nel riprenderlo e portarlo in uno scenario contemporaneo". Considerato una delle maggiori voci della letteratura nigeriana contemporanea, insieme a Chimamanda Ngozi Adichie, Teju Cole e Helon Habila, A. Igoni Barrett viene pubblicato per la prima volta in Italia con Culo nero, cui seguono i racconti di L'amore è potere, o almeno gli somiglia molto. Si definisce scrittore delle classi popolari nigeriane e ritrae la società del suo paese e non solo con intelligenza e affettuoso umorismo. Lo incontra la giornalista Lara Ricci.



Festivaletteratura Festivaletteratura
Officina del Gas
Vicolo Stretto - Mantova