Come leggiamo e diamo senso, o rendiamo impensabile, un cielo che ci cade sulla testa? Quale è il coinvolgimento atmosferico nelle culture? Con quali metafore condividiamo o meno le intense dimensioni emotive e i dilemmi della crisi climatica?

I cambiamenti climatici sono percepiti come qualcosa di troppo distante, tecnico, complesso o angoscioso per diventare una leva generativa di azioni e pensiero individuali e collettivi. E se invece si potessero attivare i saperi e le esperienze locali di chi partecipa a un ciclo di laboratori? In questo percorso assembliamo una cassetta di attrezzi e un alfabeto sociale per discernere il groviglio di aspetti sociali, culturali e scientifici della crisi climatica.
La durata di ogni laboratorio è di tre ore (con pausa). Preferita partecipazione al ciclo di tre laboratori consecutivi. Conducono: Barbara Aiolfi, Mauro Van Aken, Monica Cellini, Nives Ladina, Maria Benciolini.

Palazzo del Mago - Cappella
Piazza San Leonardo - Mantova
Il sito è stato realizzato nell’ambito del progetto Open Festival con il contributo di
INNOVACULTURA - Regione Lombardia, Camere di Commercio Lombarde e Fondazione Cariplo