Il verde cittadino - nelle pianificazioni urbanistiche o nelle nostre private cure da giardinieri - è sempre un verde addomesticato ed eterodiretto: "urbano" resta pur sempre il contrario di "selvatico". Nell'epoca della conclamata crisi del paradigma antropocentrico, si sta affermando con crescente convinzione l'idea di lasciare che la natura si prenda le città, come si vede nelle aree industriali abbandonate e conquistate in forze dalla vegetazione. Per valutare e toccare con mano i possibili esiti di una natura "liberata", con Antonio Perazzi - botanico e progettista di giardini ad alta biodiversità e bassa manutenzione - ci addentriamo nell'ex ortaglia Leporati, raro esempio di giardino privato in cui l'anima selvatica delle piante ha preso il sopravvento, dando vita a una sorta di giungla di 6000 mq all'interno del perimetro storico della città.

In collaborazione con Alkémica.

Ex Ortaglia Leporati
Piazza Polveriera, 7 - Mantova
Il sito è stato realizzato nell’ambito del progetto Open Festival con il contributo di
INNOVACULTURA - Regione Lombardia, Camere di Commercio Lombarde e Fondazione Cariplo