Un muro bianco su cui vengono proiettate immagini luminose di dimensioni fuori dall'ordinario: se questo non è cinema, che cos'è? La lanterna magica è stata uno delle invenzioni ottiche di maggior successo prima dell'avvento del cinema. Nei teatri, nelle dimore borghesi, nei gabinetti di fisica, il lanternista intratteneva il pubblico raccontando, attraverso una serie di strabilianti immagini in movimento, esplorazioni e avventure, scoperte scientifiche, eventi di cronaca, riduzioni di grandi romanzi. E a questo nutrito repertorio andremo ad aggiungere nuove storie durante il laboratorio, dipingendo le lastre di vetro e dando vita a uno spettacolo mai visto prima d'ora.

Quando ancora le macchine da presa non esistevano, il cinema si faceva con strumenti ingegnosi, a volte bizzarri, in grado di incantare grandi e piccoli spettatori dei secoli scorsi attraverso la magia della proiezione luminosa o dell'immagine in movimento. Pietro Grandi, autore di Visivamente, in due laboratori ci aiuta a trasformarci in illusionisti della visione, scoprendo il fascino dal sapore antico dello zootropio e della lanterna magica.

Casa del Mantegna
Via Acerbi , 47 - Mantova
Il sito è stato realizzato nell’ambito del progetto Open Festival con il contributo di
INNOVACULTURA - Regione Lombardia, Camere di Commercio Lombarde e Fondazione Cariplo