Scorre su un doppio binario la prolifica e titolata carriera letteraria di John Banville (Delitto d'inverno, Il dubbio del killer, Il cerchio si chiude, False piste), autore irlandese e vincitore del Man Booker Prize nel 2005 con Il mare. Mentre era in vacanza in Sardegna, nel 2001, decise di concedersi una divagazione nel genere poliziesco, senza immaginare che l'iniziale esperimento avrebbe portato alla nascita dell'alter ego dal nome misterioso Benjamin Black, maestro della crime fiction e innamorato del giallo classico, di Georges Simenon e Raymond Chandler. Se con i romanzi "alti" Banville si diletta nel "portare i lettori a sfogliare il dizionario" - tanto è ossessiva e cesellata la ricerca della perfezione lessicale – con i noir si concede una vacanza insieme all'ispettore Strafford o all'anatomopatologo Quirke, nella consapevolezza che "l'artista non ha nulla da dire, ma può solo mostrare l'evidenza". Seguiamo allora la pista di indizi insieme a Peter Florence.

L'evento si svolgerà in lingua inglese. Chi desidera ascoltare l'interpretazione simultanea in italiano dovrà essere munito di auricolari e collegarsi, tramite il proprio smartphone, al sito converso.app/festivaletteratura/eventi.

In collaborazione con Literature Ireland.

Palazzo San Sebastiano
Largo XXIV Maggio, 12 - Mantova
Il sito è stato realizzato nell’ambito del progetto Open Festival con il contributo di
INNOVACULTURA - Regione Lombardia, Camere di Commercio Lombarde e Fondazione Cariplo