L'autrice e illustratrice Nora Krug è nata decenni dopo la fine del regime nazista, eppure i fatti accaduti durante la Seconda Guerra Mondiale hanno gravato come un'ombra – attraverso silenzi, parole bandite e domande che era meglio non porre – sulla sua infanzia e su quella di tanti altri bambini della sua generazione. È dopo molti anni di vita all'estero, durante i quali ha collaborato con testate come il NY Times o il Guardian, che avverte la necessità di fare i conti con l'identità e la storia della Germania, ma anche con la storia della sua stessa famiglia. Torna così in patria e intraprende una lunga e straordinaria ricerca tra archivi, biblioteche e documenti personali – intervistando familiari e conoscenti, scavando tra le pieghe delle tradizioni tedesche e le parole della sua lingua – fino a riportare alla luce una storia fatta di zone grigie, connivenze e ambiguità, quando non entusiastiche adesioni. Attraverso il suo memoir grafico – a metà strada tra il graphic novel e il libro illustrato, ricco di materiali grafici raccolti durante la sua ricerca – Nora Krug ha indagato l'immaginario nel quale è cresciuta, cercando di fare i conti con il passato del suo paese e della sua famiglia. Di tutto ciò l'autrice di Heimat parlerà con lo scrittore Francesco M. Cataluccio.

L'autrice parlerà in inglese. Interpretazione consecutiva in italiano.




Festivaletteratura Festivaletteratura
Fondazione Università di Mantova - Aula Magna
Via Angelo Scarsellini, 2 - Mantova
Festivaletteratura