Claudia Durastanti

Nata a Brooklyn nel 1984, è una scrittrice e traduttrice originaria della Basilicata. La sua vita è caratterizzata dalle migrazioni: prima che nascesse, i nonni emigrarono dall'Italia a New York. Lei stessa, all'età di sei anni, ha compiuto il percorso inverso tornando insieme alla madre in Basilicata, regione da lei definita «un romanzo ottocentesco che non è mai stato tradotto». Da adulta è emigrata a Londra, dove ha trascorso nove anni e fondato il Festival of Italian Literature, volto a favorire la sinergia e lo scambio di idee fra autori italiani e inglesi. La padronanza della lingua inglese l'ha portata a occuparsi di traduzione letteraria e a riconoscere nella traduzione un aspetto fondamentale del suo processo di scrittura. Con il romanzo d'esordio Un giorno verrò a lanciare sassi alla tua finestra (2010) si è aggiudicata il Premio Mondello Giovani. Il successivo La straniera (2019, finalista al Premio Strega, tradotto o in corso di traduzione in quindici Paesi) è un intenso memoir autobiografico che narra di migrazioni, linguaggio, disabilità e della libertà di poter appartenere a più luoghi. Cultrice di musica e nuove band italiane, cura la rubrica Canzoni per la rivista Internazionale.

(foto: © Leonardo Céndamo)

Festivaletteratura Festivaletteratura


Un giorno verrò a lanciare sassi alla tua finestra, Marsilio, 2010

A Chloe, per le ragioni sbagliate, Marsilio, 2013

Cleopatra va in prigione, Minimum Fax, 2016

La straniera, La nave di Teseo, 2019

Scopri i suoi libri su librerie.coop

Festivaletteratura