Kari Hotakainen

«L'uscita di Via della trincea di Kari Hotakainen, nel 2002, fu una specie di evento in Finlandia: era come se il paese fosse in attesa di uno scrittore capace di andare al di là degli stereo­tipi locali e di affrontare il tema dell'isolamento linguistico» (Heidi Von Born, Svenska Dagbladet). Nato a Pori nel 1957, Hotakainen è oggi annoverato tra i più originali autori finlandesi, in grado di fondere nella sua opera letteraria l'iperrealismo al mito, il gusto per l'assurdo alle leggende e alla cultura popolare finnica. Ha mosso i primi passi nella letteratura con la raccolta di poesie Harmittavat takaiskut (1982), concentrando altresì i suoi sforzi sulla narrativa per adulti e ragazzi. Rispetto al celebre connazionale Arto Paasilinna, al cui nome viene talvolta accostato, egli predilige il racconto di «persone che si trovano in difficoltà in un mondo in cui il successo s'identifica con la posizione sociale». Anche in La legge di natura – con protagonista un vedovo sessantenne costretto a essere accudito dalla detestata figlia dopo un violento incidente d'auto – i rapporti tra i suoi personaggi vanno via via delineandosi in una cinica commedia umana dei nostri giorni.

(foto © Basso Cannarsa)

Festivaletteratura Festivaletteratura

VARIAZIONE: Monika Fagerholm non potrà partecipare alla seconda puntata di Radio Helsinki. Invariati gli altri ospiti.



Colpi al cuore, Iperborea, 2006

Via della trincea, Iperborea, 2009

Un pezzo di uomo, Iperborea, 2012

La legge di natura, Iperborea, 2015

Scopri i suoi libri su librerie.coop

Festivaletteratura