Pascale Molinier

Nata nel 1959, è una psicologa e accademica francese. Insegna Psicologia sociale all'Università della Sorbona di Parigi Nord, ha studiato psicopatologia e psicologia sociale all'École des hautes études en sciences sociales e si è laureata con una tesi in Psicologia sotto la guida di Christophe Dejours. È stata caporedattrice della rivista internazionale di psicodinamica e psicopatologia del lavoro Travaille; dal 2014 al 2018 ha diretto del laboratorio UTRPP (Unità trasversale di ricerca in psicogenesi e psicopatologia). I suoi temi di ricerca – al centro di saggi come Care. Prendersi cura (Moretti & Vitali, 2019)sono la psicodinamica del lavoro, la psicoterapia istituzionale e le forme di soggettività legate alla divisione sessuale nel mondo del lavoro.

Festivaletteratura Festivaletteratura


L'énigme de la femme active. Egoïsme, sexe et compassion, Payot & Rivages, 2006

Théorie queer et cultures populaires. De Foucault à Cronenberg, la Dispute, 2007

Les femmes dans le monde académique. Perspectives comparatives, con Rebecca Rogers, Presses universitaires de Rennes, 2016

Hysterie sur scene. Des leçons de Charcot à l'enseignement de Freud et de Lacan, lectures et représentations contemporaines, con Anne Bourgain, Marie-Laure Abécassis, Hermann, 2016

Care. Prendersi cura. Un lavoro inestimabile, Moretti & Vitali, 2019

Scopri i suoi libri su librerie.coop

Festivaletteratura