538 read on activities
Ingresso gratuito con prenotazione
Grazie al sostegno di   Coop Alleanza 3.0

"I giovani lettori non vogliono essere protetti, servono l'onestà di non nascondere le cose e la volontà di lasciare un po' di speranza". E Marie-Aude Murail, infatti, non ha mai nascosto nulla ai ragazzi. I suoi romanzi – Oh Boy, Miss Charity, Cécile, Mio fratello Simple per citare solo alcuni di quelli più universalmente amati – parlano di morte, di sessualità, di traumi personali, senza retorica né infingimenti, ma con una grazia straordinaria e un'ironia che rendono tollerabili anche i temi più dolorosi senza perdere d'intensità. Nata da una famiglia in cui la scrittura era di casa (suo padre era poeta, sua madre giornalista), ha sempre preferito che fossero i più giovani a leggerla. E giovanissimi saranno i suoi intervistatori in questo incontro, formati alla "severa" scuola di blurandevù.

L'autrice parlerà in francese, con interpretazione consecutiva in italiano.

Museo Diocesano
Piazza Virgiliana, 55 - Mantova
Festivaletteratura