scienceground
Ingresso libero
Grazie al sostegno di   Ecology System Srl

Quando parliamo di Frankenstein pensiamo solitamente a un racconto dell'orrore fantascientifico che parla di un "mostro" creato in laboratorio da scarti umani. Questa idea è però plasmata più sulle versioni cinematografiche della storia che non sul romanzo scritto all'inizio dell'Ottocento da Mary Shelley. Al cinema, infatti, la trama fu cambiata e finì per stravolgere il significato originale del romanzo di Mary Shelley, complici più di cento anni in cui scienze e società sono mutate radicalmente. Pur essendo uno dei libri più famosi del mondo, Frankenstein o Il moderno Prometeo rimane frainteso. Vogliamo riscoprirne il significato e le influenze culturali, che affondano radici nella Londra degli esperimenti scientifici di Humphry Davy e Giovanni Aldini: era l'inizio del 1800 e prendeva forma la concezione moderna di Natura. Lo faremo leggendo e commentando insieme alcuni estratti selezionati del romanzo, passandolo sotto le lenti della filosofia e della storia della scienza per capire cosa ha ancora da insegnarci.

Ogni anno eXtemporanea seleziona alcuni libri (romanzi, saggi, pubblicazioni scientifiche) che ben si prestano a una discussione sul ruolo sociale della scienza. Partendo da passaggi selezionati, ospiti e pubblico li discutono insieme alla ricerca di nuove e soprattutto libere letture. Non preoccupatevi: non è assolutamente necessario aver letto il libro in anticipo.

Tenda dei Libri
Piazza Sordello - Mantova
Festivaletteratura