William Dalrymple
scopri gli eventi

Storico e saggista, William Dalrymple è annoverato tra i massimi esponenti della letteratura di viaggio contemporanea. Vive insieme alla famiglia tra Londra, Edimburgo e Nuova Delhi. Con il suo primo libro In Xanadu. A Quest (Il Milione) – scritto a ventidue anni – si è già stagliato nel gotha degli studi storici e post coloniali britannici. In seguito si è trasferito a Nuova Delhi per per compiere ricerche utili alla stesura del suo secondo lavoro, Delhi. Un anno tra i misteri dell'India. La sua prosa è perfettamente modulata: ora comica, ora tragica, sempre ampiamente documentata, e ha trovato altrettante conferme in opere maestre come Nella terra dei Moghul Bianchi, L'assedio di Delhi, Nove vite, Koh-i-nur e il più recente Anarchia, una minuziosa storia della Compagnia delle Indie Orientali. È membro della Royal Society of Literature e della Royal Asiatic Society; è stato inoltre fondatore e condirettore del Jaipur Literature Festival. Numerose anche le sue presenze mediatiche: dalle serie televisive Stones of the Raj e Indian Journeys alle collaborazioni con la New York Review of Books, il Guardian, il New Statesman e il New Yorker.

(foto: © Leonardo Céndamo)



Dalla montagna sacra. Un viaggio all'ombra di Bisanzio, Rizzoli, 1998

Il Milione. Da Gerusalemme a Xanadu sulle orme di Marco Polo, Rizzoli, 1999

In India, Rizzoli, 2000 (BUR, 2006)

Delhi. Un anno tra i misteri dell'India, Rizzoli, 2001

Nella terra dei Moghul bianchi. Amore, tradimento e morte nell'India coloniale, Rizzoli, 2002

L'assedio di Delhi. 1857, lo scontro finale fra l'ultima dinastia Moghul e l'impero britannico, Rizzoli, 2007

Nove vite. Alla ricerca del sacro nell'India moderna, Adelphi, 2011 (2020)

Il ritorno di un re, Adelphi, 2015

Koh-i-nur. La storia del diamante più famigerato del mondo, con Anita Anand, Adelphi, 2020

Anarchia. L'inarrestabile ascesa della Compagnia delle Indie Orientali, Adelphi, 2022

Scopri i suoi libri su librerie.coop

Festivaletteratura