Come mai la critica letteraria ha smesso di criticare? Fra esigenze di marketing e trasformazioni dei giornali, il discorso intorno alla letteratura si sta appiattendo sempre di più sui toni della promozione pubblicitaria o della cronaca di costume. Eppure c'è un senso in cui criticare un romanzo – sottolinearne le debolezze insieme alle forze, le zone d'ombra oltre che quelle di luce – aiuta a comprenderne la grandezza e a mettere a fuoco ciò che ci aspettiamo dalla letteratura. Nell'arco di quattro incontri con critici e critiche di diverse generazioni condotti dallo scrittore e traduttore Vincenzo Latronico, cercheremo di riannodare i fili di un discorso frammentato fra università, quotidiani e social media, per offrire un'immagine più ricca e complessa di autrici e autori giustamente celebrati, cercando di mostrare che parlare (anche) male di un grande romanzo è in fondo un modo di parlarne bene. Insieme a Vincenzo Latronico, oggi farà la sua parte di critico Giacomo Papi, scrittore e autore di Italica.

Biblioteca Teresiana - Sala delle Vedute
Via Roberto Ardigò, 13 - Mantova
Festivaletteratura