Don Pasta presenta "I villani" al Cinema Mignon

16 11 2018

Don Pasta presenta "I villani" al Cinema Mignon

Sabato 17 novembre alle 17:30, al Cinema Mignon, un evento speciale realizzato in collaborazione con Festivaletteratura e ZaLab

Daniele De Michele, meglio noto come Don Pasta, gourmet-deejay, economista e performer che ha fatto della cucina un punto d’incontro tra arti, tradizione e meticciato, ha sorpreso il pubblico di mezzo mondo con spettacoli come Food Sound System e progetti come Artusi Remix. Autore di molti libri e iniziative, curatore per Treccani e Corriere della Sera della serie web-tv Nonne d’Italia in cucina e assiduo collaboratore di programmi televisivi e radiofonici, nel 2018 De Michele è approdato al cinema con un film che testimonia il suo amore per la cucina popolare, aggiungendo un altro importante tassello a un articolato progetto culturale e artistico sul tema dell’alimentazione.

Distribuito da ZaLab – Docs & More, sceneggiato insieme ad Andrea Segre e presentato alle Giornate degli Autori dell'ultima Mostra del cinema di Venezia, I villani (Italia, 2018, 84′) indaga lo stato di salute di un patrimonio – quello della cucina italiana e delle sue pratiche – che rischia per sempre di scomparire, partendo dalle vite di quattro italiani e delle rispettive famiglie che parlano di agricoltura, pesca, allevamento, formaggi e cucina familiare. «Questa gente – ha affermato Don Pasta commentando il lavoro – mi raccontava il suo stare al mondo, il suo rapportarsi alla terra e alla storia del luogo che le aveva dato nascita. Era in questo intessersi delicato, talvolta ironico, talvolta doloroso tra i racconti intimi del loro vissuto e il loro cucinare con perizia, intelligenza, senso dell’osservazione che veniva fuori il senso più profondo della cucina italiana: il suo essere saggia, gustosa, parsimoniosa, rispettosa dei prodotti della terra e del mare». Il film documentario, presentato dall’autore, verrà proiettato a Mantova presso il Cinema Mignon sabato 17 novembre alle 17:30 (costo d’ingresso 5 euro).

Festivaletteratura