Intervista a Andrew O'Hagan

8 9 2018

Intervista a Andrew O'Hagan

L'identità in rete e l'etica dei media

«Non sono mai stato un fan della tecnologia di per sé, ma ho iniziato a interessarmi delle persone convinte che essa cambi le nostre vite e la percezione del sé in termini filosofici. Ciò che siamo è cambiato nell'era di Internet e vorrei essere un autore in grado di testimoniare questo passaggio sulla carta, in grado di descrivere alle future generazioni come sia avvenuta questa transizione da una vecchia concezione del sé, secondo la quale tutto è stabile e conosciuto, a una in cui la nostra presenza è più simile a quella di uno spettro». Le profondità di campo del Web nell'opera di Andrew O'Hagan, cantore di spettri e filosofo di un'epoca sempre più insondabile, per la prima volta a Festivaletteratura.

(caricamento...)

Festivaletteratura