La giallista che venne dal caldo

10 9 2017

La giallista che venne dal caldo

Fuoco e fiamme in Piazza Castello per Elizabeth George

Per capire con quanta passione sia stato seguito l’evento di Elizabeth George, regina del giallo psicologico all'inglese, in dialogo con il giallista nostrano Carlo Lucarelli basti dire che, al momento delle domande una signora del pubblico ha rischiato per aver pubblicamente spoilerato agli altri fans la fine di uno dei personaggi più importanti della saga dedicata all'ispettore Thomas Lynley.

Nonostante le origini statunitensi Elizabeth George sin dal suo esordio non ha avuto paura di avventurarsi in terra straniera, decidendo di ambientare i suoi gialli nelle verdi campagne inglesi dello Yorkshire. Infatti ciò che distingue la produzione della scrittrice dai canoni a stelle e strisce del genere è proprio l’ambientazione, che considera un vero e proprio personaggio da esplorare. Una scelta insolita e temeraria, ma che rivela la sua fiducia nella scrittura. Elizabeth Gorge si fa così a sua volta detective, andando a caccia di particolari e documenti per i crimini delle sue storie, ma lasciandosi anche guidare dal fiuto, sfoderando il distintivo della licenza poetica.

(caricamento...)

Rapiti ed affascinati dai delitti, i lettori non vedono l’ora di scoprire chi è il colpevole, quale il movente e, accanto a questi ingredienti squisitamente mistery, i personaggi di Elizabeth George diventano talmente familiari con le loro vicende personali che è impossibile non affezionarsi di capitolo in capitolo. Lucarelli allora chiede se la ripetitività con cui si ripresentano non rischi invece di annoiare chi legge. Impossibile. Perché? Perché vengono continuamente ideati nuovi legami di sangue e non con altre persone che permette alla George di creare e ancora di scavare in profondità dentro le loro menti e dentro i loro sentimenti. Maestra della psiche, è proprio la sensibilità della sua penna che fa strage riuscendo a catturare nuovi lettori e ovviamente i suoi affezionatissimi ed instancabili ammiratori.

E una sorpresa, o forse, una Punizione aspetta questi ultimi in libreria la prossima primavera: l’ultimo romanzo stavolta ambientato nella contea di Shropshire nelle Midlands occidentali. Niente spoiler però, per favore!

(caricamento...)

Festivaletteratura