Inbook

9 9 2015

Inbook

Festivaletteratura per i più piccoli: sei giovanissimi collaborano con la redazione per offrire un resoconto dettagliato di tutti gli eventi dedicati ai bambini e ai ragazzi.


L’evento è stato introdotto da Maria Antonella Costantino, neuropsichiatra infantile che cura malattie come la dislessia e le difficoltà di lettura. L'autrice ha spiegato brevemente il tema dell’incontro: inbook, una parola che significa nel libro, ma soprattutto in simboli, insieme.

Si tratta di un modo diverso di leggere, essendo i libri presentati nati per facilitare la comprensione della loro storia ai bambini con dislessia o difficoltà di lettura.

Questi libri hanno avuto un grande successo anche negli asili e nelle scuole materne dove aiutano i bambini anche molto piccoli ad imparare a leggere autonomamente.

Le volontarie hanno letto alcune storie semplici e coinvolgenti scritte utilizzando questo metodo per cui ogni pagina è accompagnata da un’immagine che aiuta la comprensione ed è composta dalle frasi scritte con i simboli e con le parole, dove ogni simbolo esprime il significato della parola corrispondente.

I bambini erano molto interessati e attenti al racconto del libro; ascoltando la storia si sono divertiti a indovinare il seguito del racconto gridando e parlando tra di loro.

Al termine dell’incontro i bambini hanno avuto la possibilità di leggere insieme alle volontarie ed è stato impressionante come siano riusciti a leggere bene anche bambini molto piccoli.

Festivaletteratura