Piccoli versi

9 9 2016

Piccoli versi

Festivaletteratura per i più piccoli: dieci giovanissimi collaborano con la redazione per offrire un resoconto dettagliato di tutti gli eventi dedicati ai bambini e ai ragazzi.

L’evento, presentato da Sualzo e da Silvia Vecchini, era incentrato sulla poesia in modo che i bambini potessero realmente capirne la bellezza.

Sualzo è un disegnatore autodidatta, autore e illustratore per diverse case editrici italiane che collabora con Silvia Vecchini, scrittrice e poetessa. Sul palcoscenico erano stati installati un ramo di un albero a cui erano appese cinque casette contenenti dei messaggi e una radice sulla quale era poggiata una gabbietta per uccellini. A turno cinque dei bambini sono stati chiamati sul palco per scegliere una delle frasi nelle casette.

La prima riguardava l’acqua e le bolle, era infatti tratta da uno dei libri dei due autori che parlava di una bambina di nome Olivia. A Olivia piaceva nuotare e fare le bolle nell’acqua e mentre era nell’acqua, immersa nel silenzio, pensava, e a volte pensava ad alcune poesie che scriveva uscita dall'acqua. La seconda frase parlava invece della storia di Hansel e Gretel, due fratelli così uniti da poter affrontare il bosco insieme.

La terza trattava invece della favola del brutto anatroccolo insultato dai fratelli, che gli dicevano ogni tipo di cattiveria. Il piccolo anatroccolo crebbe e divenne un bellissimo cigno a differenza dei suoi amici. La quarta frase era tratta da un libro di poesie per bambini molto piccoli i cui protagonista sono l'amore per la famiglia e la delicatezza della figura materna. L’ultima strofa parlava invece del guardarsi bene bene in giro e godersi gli ultimi giorni di vacanza prima dell’inizio della scuola.

Durante l’evento i bambini sono stati più volte invitati a interagire e per questo si sono molto divertiti.

Festivaletteratura