Meglio di un romanzo: bando 2020
29 6 2020
Meglio di un romanzo: bando 2020

Se avete tra i 18 e i 30 anni e una storia da immortalare, avete tempo fino al 21 agosto 2020 per presentare il vostro progetto di giornalismo narrativo

Anche in un anno assolutamente fuori dal comune, al Festival non mancherà mai la voglia di misurarsi con nuove narrazioni che raccontino realtà poco note, talvolta completamente dimenticate: una città in rovina, un universo lavorativo, un eremo di silenzio, un quartiere difficile. Mossi da questo desiderio, abbiamo lanciato il nuovo bando di partecipazione a Meglio di un romanzo, il progetto con cui Festivaletteratura si propone dal 2014 di favorire la crescita di giovani talenti orientati al giornalismo narrativo.

(caricamento...)
Nel 2020 potranno partecipare a Meglio di un romanzo tutti i ragazzi di età compresa tra i 18 e i 30 anni che entro la data di scadenza del bando non abbiano contratti o rapporti di collaborazione in corso con testate giornalistiche e che non abbiano ancora pubblicato in volume propri lavori o realizzato film che abbiano avuto una distribuzione ufficiale. Tre sono le tracce di lavoro proposte per questa edizione: sicurezza, confine, divisioni. I giovani aspiranti giornalisti possono partecipare individualmente o in gruppi di massimo sei persone, allegando alla scheda di partecipazione il proprio curriculum vitae e la copia di un documento d'identità in corso di validità (nel caso della presentazione di progetti collettivi i documenti richiesti vanno presentati per ogni componente del gruppo), la scheda progetto, l'indicazione del "supporto" sul quale si intende sviluppare il reportage e un teaser, un'anteprima del racconto capace di stimolare l'interesse degli addetti ai lavori. Le domande e tutti i materiali vanno inviati all'indirizzo email [email protected] entro venerdì 21 agosto 2020 (l'esito della selezione sarà reso noto sul sito di Festivaletteratura entro il 24 agosto 2020).

I migliori progetti saranno presentati in occasione di Festivaletteratura 2020 (9-13 settembre) e discussi con alcuni dei più autorevoli professionisti del settore attraverso la web radio di Festivaletteratura, che ospiterà i pitching dei ragazzi selezionati. A uno degli aspiranti giornalisti, Festivaletteratura affiderà nei mesi successivi il compito di realizzare un reportage narrativo da sviluppare a puntate sul sito di Festivaletteratura e su Q Code Magazine, secondo una formula che negli anni ha fatto sì che nascessero produzioni originali come Isole di silenzio di Melissa Magnani, L'ultimo dei giostrai di Alice Facchini e Daigoro Fonti, Sotto sfratto di Francesca Cicculli e il recente Città Satellite di Giulia Oglialoro.
Fatevi avanti!


Festivaletteratura